E-COMMERCE: PERCHE’ INVESTIRE NEL FULL OUTSOURCING

Dagli Anni ‘90, “Outsourcing” (in italiano, “esternalizzazione”) definisce ogni pratica adottata dalle aziende di fare ricorso ad altre imprese specializzate per la realizzazione di alcune fasi del proprio processo produttivo o di supporto.

Oggi, anteponendo il termine “full” si vuole rafforzare l’idea che l’affidamento completo ad esterni di un progetto articolato giovi all’andamento di un’azienda, che altrimenti dovrebbe riorganizzare e ampliare le proprie risorse interne.
Un e-commerce è proprio un progetto dall’alto grado di strutturazione che, per la sua ottimale realizzazione, richiede figure professionali quali: un Project Manager a capo dell’iniziativa; un Marketing Strategist che monitori e pianifichi campagne pubblicitarie efficaci nel breve/lungo periodo e sui canali più adeguati; un Web Designer che sappia unire estetica e pragmatismo su ogni interfaccia di accesso alla piattaforma; un Operation Manager che si occupi degli ordini, della logistica e dei servizi al cliente; un Category Manager che definisca i prezzi e organizzi i prodotti sul catalogo digitale… Così tante figure professionali costituirebbero una nuova divisione aziendale al completo a cui dover riconoscere uno spazio, dei tempi di formazione e un inserimento adeguati.

Ma se l’e-commerce fosse affidato in toto ad un team esterno, tecnico e specializzato? Vediamo la Top5 dei vantaggi che la delegazione di un progetto del genere può procurare.

  1. I tempi di progettazione, realizzazione e gestione sono ridotti – Un team esterno consolidato e reattivo, pronto a mettere in campo il proprio know-how consente di massimizzare gli investimenti in un breve periodo.
  2. Il grado di specializzazione nello svolgimento delle diverse attività è alto – Il team di un’agenzia di comunicazione è formato da persone competenti e con anni di esperienza nel settore in grado di assicurare un risultato di qualità.
  3. La struttura dell’azienda committente si mantiene semplice – I dipendenti mantengono le loro posizioni e mansioni consentendo all’impresa di risparmiare costi di formazione e dispersioni di competenze.
  4. L’impresa mantiene l’orientamento al suo core business – Mission e Vision aziendale non rischiano di essere compromesse dall’impegno che la gestione del nuovo progetto comporta.
  5. L’impresa committente comunica con un unico referente di progetto – Lo scambio con un Account Manager rende la comunicazione più concisa e maggiore la possibilità di far fronte alle esigenze simultanee del settore digitale.

Il presupposto per cui suddetti vantaggi della modalità Full Outsourcing si realizzino è la creazione di una relazione empatica tra il committente e l’agenzia di comunicazione… e l’Account Manager ne è la chiave!

Dimostrando di meritarsi fiducia e stima, l’Account Manager deve diventare intimo con l’identità aziendale, conoscerne la comunicazione, il design, il prodotto, al fine di comunicare ai tecnici esperti le peculiarità dell’impresa committente e creare per essa un e-commmerce unico e vantaggioso.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail